READING

Frederique Constant, tra la partnership di prestig...

Frederique Constant, tra la partnership di prestigio con Riva e l’esprit nautico della linea Yacht Timer

Frédérique Constant, giovane Maison svizzera focalizzata sullo sviluppo di orologi di livello dall’elevato rapporto qualità/prezzo, presenta una nuova serie limitata sviluppata in collaborazione con Riva, leggendario produttore di imbarcazioni di lusso. Sempre in tema marinaro, la nuova versione GMT dello Yacht Timer.

Quando siamo per mare, sono molti gli yacht in grado di rapire il nostro interesse e suscitare la nostra ammirazione; ma uno su tutti ha sempre monopolizzato la scena ogni qual volta lo si veda uscire da un porticciolo, o insinuarsi in qualche insenatura, per una breve sosta e un tuffo nel blu. È il Riva Aquarama: il capolavoro dei Cantieri di Sarnico che, per merito del suo scafo in mogano lucidato e delle sue linee eleganti, ha fatto epoca. Divenendo una vera e propria leggenda, simbolo inoffuscabile di quella che fu la “Dolce Vita”. Una storia, una leggenda, che Frederique Constant, giovane Maison (oggi parte del Gruppo Citizen), nata nel 1988 a Ginevra, ha voluto consacrare presentando – in collaborazione con Riva – un cronografo in edizione limitata: il nuovo Runabout RHS Chronograph Automatic. Un omaggio ad una collaborazione duratura, cominciata nel 2009, che lega queste due realtà devote e unite nella ricerca della qualità.

Il Riva Aquarama dei Cantieri di Sarnico, motoscafo leggendario che venne testato nel 1962 da Gianni Agnelli a Monte Carlo

Il modello che, come i suoi predecessori, ha l’obiettivo di sostenere la Riva Historical Society nella sua nobile missione, è previsto in due serie limitate da 2.888 esemplari ciascuna, e trae libera ispirazione dall’heritage, dall’immaginario e dall’universo Riva. A conferma di quanto affermato, l’orologio prende in prestito alcuni tratti distintivi della Casa, come le cuciture blu del cinturino, specificamente nella versione con quadrante grigio antracite, che fanno subito venire alla mente il gagliardetto che spesso sventola a prua degli yacht Riva. La collezione, battezzata “Runabout”, punta ad esprimere l’alto livello ed il luxury “esprit”, racchiuso, da Frédérique Constant, nella cassa d’acciaio lucido da 42 mm di questo cronografo tricompax: una complicazione che era mancata per diversi anni nell’ambito della collaborazione con Riva. Animato dal calibro automatico FC-392, che garantisce 46 ore di riserva di carica, il segnatempo è impermeabile fino a 5 atmosfere e mostra un quadrante grigio antracite o argentato – a seconda della versione –, con finitura guilloché centrale e satinato sulla fascia degl’indici applicati e luminescenti, e con lancette Alpha luminescenti per le ore e i minuti, oltre una grande sfera centrale per i secondi in acciaio brunito blu. Scelta che vuole ricordare i riflessi dei meravigliosi laghi italiani. Come quello d’Iseo, culla della tradizione Riva, nata dal talento del maestro d’ascia Pietro Riva nel 1842. I cinturini, rigorosamente in vera pelle di vitello, si distinguono per le impunture, entrambe abbinate alle finiture del quadrante. Come anticipato, entrambe le versioni sono limitate a 2.888 pezzi. Il numero di serie di ogni esemplare è indicato sul fondello e, a sottolineare il carattere esclusivo del cronografo, ecco la serigrafia della bandiera ufficiale della Riva Historical Society apposta sul vetro zaffiro integrato al fondello stesso: questo consente di osservare la meccanica del movimento, pulsante a 28.800 alternanze/ora. Il Runabout RHS Chronograph Automatic, proposto a un prezzo di 2.490 euro, viene presentato in un astuccio brandizzato, che racchiude una fedele replica in miniatura del mitico Riva “ormeggiato” a lato dell’orologio. 

Il nuovo Runabout RHS Chronograph Automatic, sviluppato in collaborazione con Riva da Frédérique Constant, e presentato in soli 2.888 esemplari. Qui lo vediamo nella versione con quadrante grigio antracite. In acciaio lucido da 42 mm, con pulsanti a pompa, è dotato del movimento automatico, calibro FC-392 (46 ore di riserva di carica).  La versione con quadrante argenté è illustrata in apertura.

In concomitanza con questa pregevole serie limitata, Frédérique Constant ha deciso di lanciare un’altra complicazione che, sebbene tradizionalmente legata al mondo dell’aviazione, trova un’interessante declinazione nel campo della nautica. Si tratta dello Yacht Timer GMT. Il segnatempo, ora disponibile con un nuovo bracciale in acciaio a tre maglie, consente di visualizzare un secondo fuso orario in maniera semplice e intuitiva: quest’indicazione è essenziale per tutti i grandi viaggiatori che, con frequenza, attraversano, in direzione ovest o est, diversi fusi orari, ma che tengono particolarmente a conoscere, nello stesso tempo, l’ora locale come quella di casa. Ricordiamo che la Maison può vantare, tra i suoi 29 movimenti di manifattura, un calibro GMT, il FC-938,  lanciato nel 2011. Tornando allo Yacht Timer GMT, è basato su di una cassa da 42 mm, in acciaio lucido e satinato, così come il bracciale (maglie lucide e raccordi ad “H” satinati), ed è animato da un movimento automatico, calibro FC-350, che assicura 38 ore di riserva di carica, pulsando a 28’800 alternanze l’ora (il modulo GMT è sviluppato e prodotto in-house). Impermeabile fino a 10 atmosfere, lo Yacht Timer GMT si presenta con un quadrante di un intenso blu navy, a finitura guilloché, dove spiccano indici e lancette Alpha dalle finiture silver, rivestiti di SuperLuminova per garantire una perfetta leggibilità. A questi va ad aggiungersi la peculiare lancetta “GMT”, che si distingue per la sua punta a freccia rossa luminescente, a segnare le 24 ore su di una scala centrale, bicolore per differenziare le ore diurne da quelle notturne; il datario a finestrella al 3 è riferito all’ora locale. Il modello, predisposto per montare un cinturino in caucciù supplementare, che ne incrementa lo spirito sporty-elegant, è proposto ad un prezzo di 1.890 euro.

Lo Yacht Timer GMT di Frederique Constant, complicazione presentata dalla Maison di Ginevra con bracciale in acciaio lucido e satinato. La particolare lancetta preposta all’indicazione del secondo fuso orario, a punta di freccia rossa, segna le 24 ore su di una scala centrale bicolore (funzione day/night).



Romano, appassionato di orologi fin dalla tenera età, vivo nel passato ma scrivo tutti giorni per Il Giornale e InsideOver, dove mi occupo di analisi militari e notizie dall'estero. Scrivo anche sul Foglio, dove argomento pensieri politicamente scorretti, il più delle volte.

ARTICOLI CORRELATI