READING

Swatch bioreloaded! Design iconico ispirato a madr...

Swatch bioreloaded! Design iconico ispirato a madre natura

Swatch, brand unico al mondo per inventiva, sceglie di essere Bioreloaded, e presenta la sua ultima collezione ispirata a Madre Natura, impiegando nuovissime componenti  100% “naturali”.

Il pionieristico marchio svizzero, rimasto fedele per oltre quarant’anni al suo core business – basato sulla produzione di orologi in plastica dal prezzo abbordabile e dalle linee semplici – si reinventa ancora una volta; senza mai tradire le idee del suo fondatore, ma anzi dimostrando di saper tastare perpetuamente il polso della situazione.  A dimostrarlo è proprio la scelta optata per questo anno 2020: segnato da numerose campagne di stampo ecologico che hanno agitato tutto il globo. Su questa scia Swatch ha deciso di diventare “Bioreloaded“, mettendo in campo una serie di componenti completamente nuove – come i materiali di origine biologica – per confezionare gli orologi svizzeri meno convenzionali e più famosi al mondo. La scelta promossa da Swatch rappresenta un’altra ennesima tappa verso l’innovazione del marchio, che non ha mai abbandonato le linee originali ideate dal fondatore Mr. Nicolas Hayek. “Born in 1983, made in 2020!”, ripetono gli slogan del brand svizzero che introducendo questa nuova collezione di orologi realizzati in materiali di origine naturale, si rende ancora una volta “pioniere” nel mercato dei segnatempo; dimostrando come l’innovazione – questa volta suggerita da Madre Natura e fortemente richiesta dai consumatori più responsabili e lungimiranti – sia ancora una volta il fattore trainante che ha contraddistinto la personalità del marchio.

Lo Swatch Sigan, uno dei modelli “bio” proposti dal marchio svizzero nei nuovi materiali 100% naturali

I nuovi esemplari della collezioni “1983“, 6 in tutto, sono stati appositamente selezionati par dare una certa continuata alle mire di Swatch, portando avanti una tradizione design che ora si veste di materiali biologici estratti dai semi di ricino. Materiali che ovviamente soddisfano, sempre e comunque, gli elevati requisiti di qualità Swiss Made che Swatch impone ai suoi prodotti. I sei modelli offrono una reinterpretazione dei primi orologi Swatch, e presentano la tipografia personalizzata creata per proprio contraddistinguere la “nuova sede della Swatch”, “non lasciando alcun dubbio sul fatto che la rivoluzione Swatch non ha mai smesso di spingersi oltre”.  A completare il progetto “bio” di Swatch, c’è ovviamente una confezione  realizzata completamente in PaperFoam: materiale composto da un’innovativa miscela di amido di patate e tapioca. Il risultato è una confezione prodotta tramite processo di “stampaggio a iniezione”, completamente biodegradabile e riciclabile insi eme ai rifiuti di carta o persino compostabile direttamente nella propria abitazione. Uno sguardo al futuro di cui Swatch tiene il tempo, secondo dopo secondo dal 1983.

I 6 modelli: Wakit, Goldenshijian, Sigan , Silverwakati, Isikhathi e Masa, tutti con cassa 34mm e movimento al quarzo, nella loro veste in materiale biologico ad un prezzo di 65 euro

Romano, appassionato di orologi fin dalla tenera età, vivo nel passato ma scrivo tutti giorni per Il Giornale e InsideOver, dove mi occupo di analisi militari e notizie dall'estero. Scrivo anche sul Foglio, dove argomento pensieri politicamente scorretti, il più delle volte.

ARTICOLI CORRELATI